Lunedì | 20 Ottobre 2014 |  
 
13 Luglio 2011 | 15:00 | AMBIENTE

Trivellazioni: il
governo tutelerà il Mediterraneo

Sicilia e Calabria

“Via libera della Commissione Ambiente del Senato alla risoluzione che impegna il governo ad attivarsi con l’Unione europea e i paesi del Mediterraneo per creare un sistema condiviso di regole per la tutela del mare da attività offshore”. Lo riferisce una nota di agenzia.

Il documento, che impegna l’esecutivo anche ad attivarsi nelle diverse sedi internazionali per la modifica del regime giuridico delle responsabilità per gli sversamenti inquinanti in mare prodotti da trasporti marittimi “è di preparazione a una direttiva comunitaria che garantirà una disciplina più severa per la tutela del Mar Mediterraneo”, ha sottolineato il presidente della commissione di Palazzo Madama Antonio D’Alì, estensore della risoluzione.

Secondo D’Alì la risoluzione garantisce “la sicurezza contro gli sversamenti a mare e sottolinea l’esigenza di coinvolgere tutti gli Stati che si affacciano sul Mediterraneo impegnando quindi il governo a livello internazionale”. La recente consultazione referendaria sul nucleare come pure la tragedia giapponese di Fukushima non aiutano tuttavia a trovare la quadra sulla questione: “E’ chiaro che alla fine il no al nucleare non agevola la battaglia”, ha ammesso D’Alì.

Comunque il "via libera" della Commissione Ambiente del Senato adesso c'è. Ma, se la "via" è finalmente sgombra, c'è anche, e soprattutto, la volontà di percorrerla rapidamente da parte di chi avrebbe il dovere di farlo? Purtroppo un pò di scetticismo è d'obbligo, dopo i tanti anni trascorsi in questa vana attesa dell'Amp di Pantelleria, morta di vecchiaia prima ancora di venire alla luce e benché, prevista da una legge che risale addirittura ad oltre venti anni fa, costituisse il primo passo indispensabile per arrivare alla tutela dello Stretto di Sicilia.

Guido Picchetti

 
 Copyright © 2014 Sicilia On Line - la sicilia in un click - notizie in sicilia. Tutti i diritti riservati.
C.F. n.13179960151 - P.IVA n. 04933060826
Sede legale: Via Sacra Famiglia, 18 - 90146 Palermo - Cap. Soc. € 99.000,00