Lunedì | 22 Dicembre 2014 |  
 
20 Gennaio 2011 | 10:23 |

La Vastedda Palermitana

Preparazione del formaggio

Le origini di questo formaggio risalgono alla produzione del caciocavallo palermitano. Questo prodotto deriva infatti da una lavorazione per molti aspetti simile a quella del caciocavallo palermitano.

l'unica differenza è riscontrabile nel momento della filatura della pasta, durante la quale alla Vastedda Palermitana viene data una peculiare forma ovoidaole, denominata appunto Vastedda.

La vastedda è un formaggio a pasta filata, color avorio, dalla tipica forma, come si è già detto appunto, ovoidale; dal sapore acidulo e fresco.

Prodotta con tecniche che si rifanno alle più antiche tradizioni, il latte, utilizzato per la produzione della vastedda, viene fatto coagulare in una tina di legno a 35°C con caglio in pasta di agnello. Successivamente la cagliata ottenuta viene fatta spurgare con un particolare recipiente di legno, detto "cisca".

Modellata a mano per acquisire la tipica forma ovoidale, viene poi fatta asciugare su una tavola di legno. Viene prodotta nella provincia di Palermo ed inoltre anche in alcuni comuni della provincia di Trapani.

Attenzione: apre in una nuova finestra. PDFStampaE-mail
 
 Copyright © 2014 Sicilia On Line - la sicilia in un click - notizie in sicilia. Tutti i diritti riservati.
C.F. n.13179960151 - P.IVA n. 04933060826
Sede legale: Via Sacra Famiglia, 18 - 90146 Palermo - Cap. Soc. € 99.000,00